Ricette con la portulaca: rotolo di frittata ripieno

La portulaca è un’erba molto diffusa in Italia, presente nei giardini e nei campi coltivati ed è considerata una infestante difficile da debellare.

Se è vero che i contadini quando la trovano nel loro orto cercano di eliminarla senza sosta per evitare la competizione con le piante coltivate, è altrettanto vero che la portulaca è un’erba commestibile, saporita e ricca di vitamine.

In ambito culinario, l’uso più semplice è quello di raccogliere le foglie più giovani per arricchire le insalate ma vi sono moltissimi altri modi per gustarla, io ne ho sperimenti diversi che vi proporrò in questa raccolta di erbe spontanee e mangerecce.

ricette con la portulaca

Il rotolo di frittata con la portulaca può essere servito come antipasto o come secondo piatto, ha un sapore strepitoso e un contrasto di sapori molto piacevoli al palato.

Ricette con la portulaca: rotolo di frittata ripieno per una teglia di dimensione 20X30

  • 300 g di foglioline fresche di portulaca;
  • 6 uova;
  • 150 g di robiola di caprino;
  • 2 cucchiai di parmigiano reggiano;
  • uno spicchio di aglio;
  • olio extra vergine di oliva;
  • sale;
  • pepe.

Procedimento

Rotolo di frittata ripieno

Raccogliete dai rametti della pianta di portulaca 300 g di foglioline, lavatele bene e mettetele in una padella e fatele insaporire con uno spicchio di aglio, olio e sale. Quando la portulaca sarà cotta, togliete lo spicchio di aglio e passate tutto in un mix fino ad ottenere una salsetta.

Preparate la base per il rotolo mettendo in una ciotola abbastanza capiente 6 uova, il parmigiano reggiano, il sale e il pepe. Amalgamate tutti gli ingredienti con una forchetta come se doveste fare una frittata e versate il composto nella teglia, avendo cura di ricoprirla prima con un foglio di carta da forno. Infornate a 150° e fate cuocere per circa 15 minuti.

Capovolgete la frittata su un piano di lavoro o su un tagliere, ricoprite tutta la sua superficie con il formaggio spalmabile e con la salsa di portulaca. Avvolgete il rotolo di frittata con pellicola tasparente e fatelo rassodare in frigo per circa un ora. Trascorso il tempo necessario prendete il rotolo di frittata ripieno di portulaca togliete la pellicola trasparente e tagliatelo in fette prima di servirlo.

E’ opportuno rilevare che la portulaca è una pianta che deve essere consumata con parsimonia considerato che presenta elevate quantità di acido ossalico che nell’organismo si va a legare a minerali quali calcio e magnesio sottraendoli all’assorbimento da parte dell’intestino. L’acido ossalico può inoltre formare dei cristalli, combinandosi con il calcio, e produrre degli effetti negativi sui reni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.