Etichettatura latte e derivati

Etichettatura latte e derivati: importante novità nel settore lattiero-caseario sul tema dell'etichettatura, dal primo gennaio infatti è obbligatorio indicare in etichetta l'origine del latte e della materia prima usata per produrre formaggio e yogurt.

etichettatura latte e derivati

Il decreto prevede che il latte e i suoi derivati messi in commercio dovranno avere indicati in etichetta l'origine della materia prima in maniera chiara e visibile. Le specifiche prevedono l'indicazione del paese di mungitura, il paese dove il prodotto è stato trasformato e quello dove è stato confezionato. Nel caso in cui i tre processi (mungitura, trasformazione e confezionamento) avvengano nello stesso paese, l'indicazione sarà unica e riferita al territorio di origine, al contrario, se le diverse fasi di lavorazione sono effettuate in paesi diversi, sulla confezione dovranno essere indicate le specifiche su paese di mungitura, paese di trasformazione e paese dove è avvenuta la trasformazione. Inoltre se il latte ha provenienze da diversi paesi, dovrà essere inserita in etichetta la dicitura, miscela di latte di paesi UE, oppure miscela di paesi non UE.  Nel decreto non sono stati inseriti i prodotti DOP e IGP che già prevedono nei disciplinari di produzione l'indicazione della materia prima e quindi la loro tracciabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.