Marzo è il mese degli agretti, questa verdura, appartenente alla famiglia delle chenopodiaceae, la stessa degli spinaci, è una pianta annuale di piccole dimensioni con foglie e fusto succulenti che è ritornata nei nostri mercati da qualche anno. Vengono solitamente venduti in mazzetti e recentemente in vaschette protetti con pellicola trasparente. In questo secondo caso fate attenzione al prezzo al kg che è molto più elevato dei mazzetti classici oltre al fatto di avere l’imballaggio da smaltire incrementando i rifiuti. Considetate che il sovrapprezzo è l’imballaggio che dovrete buttare via quindi sconsiglio questa scelta.

12895343_507091416166117_1694756333_nCome si può vedere dalla foto pubbicata al lato, il prezzo al kg è quasi di 10,00 euro mentre nel negozio di frutta e verdura sotto casa, ho acquistato gli agretti al prezzo di 3,75 euro al kg. Ovviamente il prezzo sarà diverso nei vari mercati e supermercati della penisola, considerate che quelli appena menzionati sono presi nella zona di Roma. 

Come si puliscono gli agretti?

Le singole piante vengono estratte dal terreno con le radici e vengono venduti, come dicevo precedentemente, in mazzetti legati con elastici.

agretti

Sciogliete il mazzetto di agretti e controllate se, all’interno, ci sono fili ingialliti o anneriti e toglieteli, prendete un pugno di agretti per volta, pareggiate le radici e effettuate un taglio netto, mano mano posizionate i ciuffetti privati delle radici in uno scolapasta per sciacquarli.

agretti

Una volta effettuate queste operazioni gli agretti sono pronti per essere utilizzati in cucina, il modo migliore per gustarli? lessati e conditi con olio extra vergine di oliva, sale e limone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.